Cronaca

​​«Tacciano le armi, la guerra è sempre una tragedia. No alle lobby delle armi»

La Redazione
Mons. Giovanni Ricchiuti
La posizione di Pax Christi sulla guerra, sulla NATO, sul disarmo, sul Ministro della Difesa Guerini
scrivi un commento 10

Un accorato, forte, motivato appello alla pace e contro ogni forma di corsa alle armi è stato lanciato nelle scorse ore dal prelato biscegliese Mons. Giovanni Ricchiuti, Presidente nazionale di Pax Christi e vescovo della diocesi di Altamura, Gravina e Acquaviva delle Fonti. Ecco il testo integrale del suo messaggio.

«Abbiamo accolto l’invito di Papa Francesco per la giornata di preghiera e digiuno per la pace, Mercoledì delle Ceneri. Un invito anche alla conversione. Mi unisco al dolore per le vittime di questa guerra in Ucraina, e di tutte le guerre. Dalle tante coscienze, da numerose piazze d’Italia sale sempre più forte il grido di pace e di no alla guerra. Si chiede il non coinvolgimento del nostro Paese nel conflitto né con armi e né con preparazione di uomini.

Certo, la condanna all’aggressione operata da Putin è totale. La guerra è sempre una tragedia. Ma non possiamo con questo dimenticare, o peggio ancora assolvere, la NATO (di cui l’Italia fa parte) dalle sue gravi responsabilità.

Sono sconcertato dalla decisione del Governo e del nostro Parlamento di inviare armi all’Ucraina. E, ancora di più, resto senza parole leggendo le dichiarazioni del nostro ministro della difesa, Lorenzo  Guerini, su La Stampa, che  oltre a ritenere uno scenario possibile una guerra che può durare 10-20 anni, alla domanda del giornalista sulla decisione della Germania di aumentare le spese militari fino al 2% del Pil, risponde: “Noi abbiamo un trend in crescita da quando sono ministro: da settembre del 2019 a oggi, il bilancio della Difesa è cresciuto di oltre 3 miliardi e mezzo, siamo all’1,4% del Pil. Si tratta di fare più investimenti per presidiare un pezzo della nostra sovranità nazionale e tecnologica».

No, Signor Ministro, “mostrare i muscoli” non può essere, e non potrà esere la strada che porta alla pace!  Io non ci sto! E con me credo tantissime donne e uomini di buona volontà, di Pax Christi e non solo. Che credono e vogliono la pace. “Se vuoi la pace, prepara la Pace, non la guerra!” Mi sembra che qui si vedano ben chiari i grandi interessi delle lobby delle armi. Non per niente da tempo sono in aumento le spese militari. Non ci sono i soldi per tante necessità ma per le armi si trovano sempre. E si decide addirittura di destinarle a zone di guerra, rendendoci, secondo alcuni esperti analisti, un Paese ‘belligerante’".

Giovanni Ricchiuti,
Presidente Nazionale di Pax Christi
Vescovo di Altamura-Gravina – Acquaviva delle Fonti

domenica 6 Marzo 2022

(modifica il 27 Giugno 2022, 12:46)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti