Attualità

Fabrizio Quattromini è il nuovo presidente della Fortis Murgia: “Probabilmente Federicus si farà”

La Redazione
Fabrizio Quattromini
Presentati anche gli altri membri del direttivo
scrivi un commento 42

Nella riunione dei soci tenutasi il 10 marzo sono stati eletti il nuovo presidente dell’associazione e i membri che andranno a comporre il direttivo.
É Fabrizio Quattromini il neo presidente dell’APS Fortis Murgia. Il dottore commercialista classe ‘84 succede a Beppe Piccininni. “Sono onorato per l’incarico che mi è stato affidato e ringrazio Beppe Piccininni, il vecchio direttivo e tutti i volontari dell’associazione per il lavoro svolto e la fiducia accordatami. Continuerò ad essere un volontario di strada, come lo sono sempre stato, e lavorerò sodo affinchè Federicus possa attuarsi il prima possibile”, spiega Quattromini.
Il presidente, che precedentemente rivestiva il ruolo di segretario, è affiancato da nuovi membri del direttivo con il compito di supportare il lavoro di Quattromini e di tutta l’associazione. L’ingegnere Pietro Dipalo ha ricevuto la nomina di vicepresidente, Mary Cristallo quella di segretario, Beppe Piccininni quella di consigliere e Roberto Modeo quella di tesoriere. “Sono felice di essere circondato da persone di cui mi fido, che si fidano di me, e con cui sono sicuro realizzeremo magnifici eventi. La Fortis è una grandissima famiglia nella quale ognuno, a partire dai volontari, è fondamentale nella creazione e realizzazione di tutti i progetti dell’associazione”, continua il presidente.
L’attenzione nei confronti dell’associazione rimane altissima e i fan di Federicus aspettano trepidanti nuove notizie sull’evento. “Ci stiamo già adoperando per questo. Aspettiamo le nuove indicazioni da parte del governo riguardanti lo svolgimento di eventi come il nostro ma quasi sicuramente sarà possibile organizzare una festa nel grande stile federiciano già a fine estate. Il periodo che stiamo vivendo non è sicuramente dei migliori ma proprio per questo  abbiamo bisogno di pensare anche a ciò che di positivo possiamo costruire insieme. La figura di Federico II è, infatti, più attuale che mai: ci insegna che con la diplomazia e il dialogo perfino dal conflitto più buio può scaturire la luce più brillante. Nel frattempo… buon lavoro a tutti!”, conclude Quattromini.

giovedì 17 Marzo 2022

(modifica il 27 Giugno 2022, 12:45)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti